Home i miei libri

i miei libri

Rosa Rosae

Rosa Rosae 
Declinare la rosa in cucina 
Ilaria Fioravanti, Maria Giulia Scolaro
Ed. Sagep – Genova 2016

Un percorso lungo e antico attraverso la storia, la cultura e la cucina di una valle ligure che ha come protagonista i “petali di rose”, in un viaggio dalla cosmetica e dalla farmacopea fino alla cucina di casa nostra. . La rosa, coltivata fin dai tempi più antichi, è da sempre il fiore più amato e coltivato. Questo libro ne tratterà un aspetto nuovo e particolare; l’utilizzo dei suoi splendidi prodotti in ambito culinario per riscoprirne il profumo e il sapore antico in bevande e dessert. Quarantacinque ricette dove la fragranza della rosa in tutte le sue declinazioni è inedita ed assoluta protagonista.

oltre 50 ricette!

Ilaria Fioravanti
Architetto, si dedica da una decina d’anni alla sua passione di sempre: la cucina, e in particolar modo allo studio e al recupero di antiche ricette e alla valorizzazione dei prodotti della tradizioneligure. Da anni, sul web, con il blog “dolcisognare” – dolcisognare.blogspot.it – studia e realizza ricette della tradizione italiana con un’attenzione particolare a tutto ciò che sta dietro alla loro preparazione, alla loro storia, ai passaggi di mano, alla loro rielaborazione in chiave moderna. Ha al suo attivo il volume sulla tradizione dolciaria ligure: Dolci ricette di Liguria (Edizioni Erredi – Genova 2015).

Maria Giulia Scolaro
Vive a Genova fino al 1988, anno in cui si trasferisce a Savignone (GE) nel Parco Regionale dell’Antola, continuando a lavorare in città come Project Leader in Olivetti, ma nel frattempo inizia a riscoprire il valore della terra. Qualche anno dopo, decide di lasciare l’impiego dando vita a un’Azienda Agricola Biologica dove recupera l’antica varietà di Rose da Sciroppo della Valle Scrivia. Appassionata di giardinaggio e botanica, coltiva fiori, frutta e ortaggi che trasforma – nel suo laboratorio – in conserve, confetture e sciroppi dell’antica tradizione aggiungendo a questi,
sue ricette innovative (www.sciropporose.it )

 

Acqua di fiori d’arancio amaro

Ilaria Fioravanti e Enrica Monzani

Ed. Sagep, Genova – 2018

La distillazione di acqua di fiori d’arancio amaro pare fosse conosciuta, nell’estremo Ponente Ligure, già nel XVIII secolo: non c’era giardino, viale o terrazzamento che non ospitasse filari di melangoli. I fiori freschi vengono ancora oggi distillati, così come allora, per produrre sia acqua profumata che olio essenziale, il neroli.

La storia dei sensuali e inebrianti fiori bianchi si snoda qui tra cosmesi, cucina e farmacopea, in un confronto tra i popoli del Mediterraneo Settentrionale e di quello Arabo, con particolare attenzione alla realizzazione dell’aiga nafra, l’acqua di fiori d’arancio, vero oggetto di questo viaggio.

Ilaria Fioravanti si dedica allo studio e al recupero delle ricette della tradizione ligure. È autrice di Dolci ricette di Liguria (Edizioni Erredi, Genova 2015), Rosa rosae, declinare la rosa in cucina (Sagep Editori, Genova 2016) con Maria Giulia Scolaro e Lievitati di Liguria, dolci&salati (Sagep Editori, Genova 2017) con Valentina Venuti. Raccoglie storie e ricette nel suo blog, www.dallecrosealmare.it 

Enrica Monzani food writer e food photographer. Un’inclinazione naturale per la buona tavola e la scrittura e una grande passione per la storia di Genova e la sua tradizione gastronomica. Racconta con parole e immagini ricette e storie della cucina ligure sul suo blog bilingue www.asmallkitcheningenoa.com.

 

 Lievitati di Liguria

Lievitati di Liguria, dolci&salati
Ilaria Fioravanti, Valentina Venuti

Ed. Sagep – Genova, 2017

Il libro, scritto a quattro mani da Valentina Venuti e Ilaria Fioravanti, nasce dal desiderio comune di rendere omaggio e divulgazione a specialità di prodotti lievitati della tradizione ligure, dolci e salati, spesso poco documentati o addirittura dimenticati. Particolare attenzione viene data ai prodotti tipici della Riviere, di levante e di ponente, sempre un po’ dimenticate o marginali nella bibliografia comune.

pani, le innumerevoli focacce, varianti della classica e conosciutissima versione all’olio, insieme ai pandolci e altri dolci delle feste sono i protagonisti di questo racconto, non solo ricettario, dove tutte le specialità sono descritte oltre che negli ingredienti e nei procedimenti, anche nella loro storiaorigine specificità attraverso racconti, aneddoti, leggende e tradizioni del luogo in cui sono nate.

Finalmente si darà spazio non solo alla focaccia tradizionale genovese, ma anche alla revzora di Campoligure, alla kizoa di Castelnuovo Magra, alla focaccia di Voltri, e non solo al classico pandolce genovese ma alle infinite varianti locali come il galletto di Alassio, la focaccia sarzanese o i soffici canestrelli di Brugnato.

Le ricette, originali e rispettose delle indicazioni dei disciplinari di produzione dove ce ne fossero, sono anticipate da un’esauriente introduzione sulle farine da utilizzare, le tecniche di impastamento, i modi e tempi di lievitazione, le cotture da rispettare in modo da ottenere, anche in ambito casalingo, un prodotto di alta qualità, sia dal punto di vista organolettico che visivo.

La cucina delle Feste

La cucina delle Feste
testi di Ilaria Fioravanti e illustrazioni originali di Amanda Kimoto

ed Sagep – Genova 2018

Questo libro nasce dalla voglia di ripercorrere la storia, la tradizione e le diverse declinazioni del menù classico delle feste dei genovesi, prima fra tutte il Natale.

Partendo dall’Ottocento, con l’aiuto dei versi di poeti e scrittori dell’epoca, racconteremo come la città viveva l’aria di gioiosaaspettativa dei giorni precedenti la vigilia, preparandosi a celebrare la tavola della festa, fino ad arrivare a proporre, riletto in chiave attuale, un menù completo adatto ai nostri giorni. Non solo ricette quindi, sapientemente illustrate con la tecnica dell’acquarello, ma tutto ciò che ancora oggi dà un senso alla solennità del pranzo natalizio, tra rispetto della tradizione, sapori della memoria e identità regionale.

Dolci ricette di Liguria
Ilaria Fioravanti

Ed. Erredigrafiche, Genova – 2016

Questo libro è un  pratico contributo alla divulgazione di alcune ricette di dolci della tradizione ligure, spesso poco documentate ma che meritano di essere apprezzate e rivalutate. Particolare attenzione viene quindi rivolta alle ricette liguri meno note come la Torta Sacripantina, la Torta Zena,  i Quaresimali e i Ravioli dolci di Carnevale, fino ad arrivare a specialità più “rustiche” e fortemente locali come la Stroscia di Pietrabruna o i Camogliesi al rum. Tutte le ricette, originali e rispettose delle indicazioni dei disciplinari, dove ce ne fossero, contengono una nota di carattere storico e tutorial nei passaggi fondamentali, per renderle facilmente fattibili e fruibili in ambito casalingo.

 

A tavola con gioia
Cucinane a Portofino e dintorni
Alessandra Giambertone e Augusta Rapallo – a cura di Ilaria Fioravanti

Chicca (Alessandra Giambertone) e Augusta (Augusta Rapallo) hanno una grande passione per la cucina. Ma anche un grande tesoro: hanno ereditato dalle loro famiglie i rispettivi ricettari. Tale patrimonio, per la sua bellezza e per i significati che contiene, non può non essere condiviso.

Le ricette di questo volume hanno un ingrediente particolare in più:la gioia di stare insieme in cucina. Sono ricette semplici che mettono di buon umore e che animano le nostre tavole…

I ricettari trovano sviluppo nella magica scenografia del mare di Liguria, in particolare a Portofino, dove le due autrici amano spesso cucinare per i loro amici e ospiti. Ricette mediterranee alternate a belle fotografie che infondono luce e benessere e che, al contempo, raccontano la storia di due famiglie, il loro vissuto e le loro intime relazioni condivise a tavola! A tavola con gioia!

Il libro è curato da Ilaria Fioravanti, già autrici di numerose pubblicazioni dedicata alla cucina.

 

Alessandra Giambertone – Chicca, come la conoscono tutti, è decoratrice, creatrice di bijoux, cuoca, mamma e viaggiatrice instancabile, sempre in movimento, con una forte anima artistica e creativa. Il suo bagaglio culturale le viene da una famiglia eclettica, amante del bello con forti radici  di varie origini, dalle quali attinge ispirazione per la sua cucina, sempre alla ricerca del nuovo.

Augusta Rapallo – Augusta è imprenditrice, mamma e nonna, cuoca talentuosa, con una passione assoluta per la cucina – il suo regno – dove ogni giorno prepara le sue ricette, fortemente radicate nella tradizione genovese tramandatale dalla sua famiglia e conducendo con successo e passione il suo B&B a Portofino, vero angolo di paradiso (www.tremariportofino.it)